Il finale perfetto delle Risorse Umane


Con una bellissima giornata nella sede di Colombini Group, grande gruppo sammarinese dell’arredamento, si è chiusa la 12a edizione dell’Executive Master in Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane.

Il finale perfetto delle Risorse Umane

C’è il gusto della riscoperta a far da sfondo alla chiusura della 12a edizione dell’Executive Master in Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane. Una bellissima giornata, che ha coronato un percorso tanto impegnativo quanto proficuo, iniziato in modalità virtuale e concluso in presenza con un crescendo di incontri, confronti e condivisioni che ha permesso agli Allievi di vivere tutte le diverse sfaccettature del mondo HR.

La giornata di chiusura nella sede di Colombini Group 

A rompere il ghiaccio ci aveva pensato l’outdoor training, vero e proprio acceleratore di team-building. Il resto lo avevano fatto le ultime settimane di lavoro, che avevano visto i gruppi di Allievi intensificare gli sforzi sul project work per Colombini Group, il grande gruppo sammarinese dell’arredamento, insieme ai coach di progetto Carlos Munoz Novo e Andrea Capano. Per questo, alla partenza da Bologna alla volta di San Marino, destinazione la sede del gruppo, si avverte la carica di chi si appresta a vivere una giornata diversa da tutte le altre. Una di quelle giornate che segnano una tappa fondamentale nella costruzione del proprio percorso personale e professionale.

A Colombini Group sono ben consapevoli di quanto sia importante progredire in modo costante e incrementale. E infatti insieme a Maurizio Massimi, HR Director del gruppo, a dare il benvenuto ai nostri Allievi c’è il Kaizen Trainer Simone Ugolini. È lui, ingegnere che quotidianamente si occupa di cambiare in meglio Colombini Group, ad accompagnarci all’interno dello stabilimento produttivo, gioiello industriale in cui automazione e artigianalità operano in perfetta simbiosi.

Il tour guidato ci permette di conoscere più da vicino una realtà all’avanguardia ma dalla grande storia, fatta di cinque prestigiosi marchi - Rossana, Febal Casa, Colombini Casa, Offic’è e Colombini Group Contract - una rete distributiva di oltre 6.000 punti vendita e un totale di quasi mille dipendenti. Ci dà anche l’occasione per immergerci ancora di più nei valori del brand - orientamento alle persone, sostenibilità, rispetto, innovazione e soddisfazione del cliente - e per approcciare come meglio non si può il momento delle presentazioni dei progetti.

L’onboarding di Colombini Group: le presentazioni dei project work

Un set di attività completo per una Employee Experience a misura di persona, dal momento della sua assunzione fino agli strumenti per favorire la retention: era questa la sfida che il brief aveva consegnato ai ragazzi.

Una sfida che i quattro gruppi hanno affrontato con progetti ambiziosi e a tutto campo. Molto diversi tra loro se guardiamo ai singoli strumenti, alle azioni specifiche, ai pesi e alle priorità dei programmi stilati. Decisamente simili se consideriamo la completezza delle proposte, la correttezza del metodo e la matrice valoriale sottesa alle diverse proposte, ispirate a valori comuni quali l’inclusività, l’attenzione per l’ambiente, la parità di genere.

Mi avete presentato dei progetti perfetti - dichiara al termine delle presentazioni Maurizio Massimi - Avete individuato con precisione le priorità di intervento, e avete saputo dar seguito a questo eccellente lavoro di analisi con proposte coerenti e innovative. Grazie e complimenti davvero!

Il project work è uno strumento preziosissimo nel vostro percorso di apprendimento - dichiara la Coordinatrice Scientifica del Master Simona Calzolari - È il momento in cui mettere a terra tutto ciò che si è appreso in questi cinque mesi. Come vostra coordinatrice, assistere oggi a queste presentazioni, vedere quanto bene siate riusciti a sfruttarla, mi rende estremamente felice”.

Questo che abbiamo visto è il risultato del grande lavoro svolto da un gruppo di persone che ha deciso di mettersi in gioco - afferma Carlos Munoz Novo - Che ha imparato a trarre il massimo da una situazione difficile, che ha saputo seguire i consigli di noi coach di progetto, ma ha anche avuto il coraggio di portare avanti le proprie idee. È proprio a questo che serve il project work, è proprio a questo che serve l’esperienza del Master”.

La menzione di merito se la guadagna il Gruppo 3, “Ambasciatori di praticità”, composto da Elena Melotti, Giulia Violante Muzzi, Teresa Fratini, Giulio Sudano e Salvatore Costa, autori di un progetto incentrato sul mentoring e sulla comunicazione a tinte rosa e verdi. Ma tutti i presenti hanno motivo di essere soddisfatti.

A cominciare da Colombini Group, che può far tesoro di un bacino di idee, progetti e talento dal comprovato valore. Per proseguire con i docenti, professionisti insostituibili che hanno saputo accompagnare l’evoluzione di uno splendido gruppo, nonostante le difficoltà del momento. Per finire con i nostri Allievi, a cui l’esperienza del Master, e questa bellissima giornata di chiusura, dà modo di riscoprirsi più competenti, più autorevoli, più consapevoli.

 

Vuoi avere informazioni sul nostro Executive Master in Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane? Visita subito la scheda dedicata sul nostro sito